leggiamo le carte da generazioni...

L’Avventurina

#CARTOMANZIACHIAMA LE NOSTRE ESPERTE 899 48 45 40

oppure con carta di credito chiama,

075.630.85.06 o 02.94.44.75.15

Energia:  Ricettiva energia positiva Yang.

Pianeta: Sole, Nettuno

Elemento: Acqua

Poteri : Indipendenza, salute e benessere

L’avventurina è un aggregato di granuli di quarzo opaco, dal colore cangiante in una gamma che varia dal marrone dorato al giallo, dal verde al rosso e al blu. I granelli di mica, ematite e fuchsite che compongono questo quarzo, le conferiscono uno splendido scintillio dorato e una grande lucentezza, e il loro riflesso produce il fenomeno noto con il nome di “avventurinamento”, o “avventurescenza”, visibile ad occhio nudo come un particolare sfavillio.

La presenza di questi granelli nell’avventurina, dà il nome a questa pietra: sembra infatti che questi corpuscoli siano gettati  a caso,”à l’aventure”, come piccole pagliuzze cangianti. Dall’avventurina, infatti, prese il nome anche un tipo di vetro inventato a Venezia nel XVII secolo, molto simile nell’aspetto alla pietra.

Nella valle dell’Omo in Etiopia, sono stati ritrovati strumenti primitivi di avventurina, come punte e asce, datati circa 2 milioni di anni. Per molti secoli l’avventurina è stata usata per realizzare gioielli, vasi, e suppellettili ornamentali: è bello pensare alla cura che i nostri antenati mettevano nel fabbricare gli oggetti di uso quotidiano o arnesi di vario genere, alla conoscenza dei materiali e delle loro proprietà, al valore simbolico che intendevano trasmettere e rispettare. Cultura, tradizione e rispetto della Natura: questi erano i presupposti che guidavano i loro manufatti e che oggi, nell’uso comune, purtroppo sono andati persi.

Nella Cristalloterapia, l’avventurina  viene usata per i trattamenti antinfiammatori di vario genere: quella verde è molto indicata  per problemi della pelle, quali dermatite, eruzioni cutanee, perdita di capelli.  La pietra si rivela anche molto utile per alcune malattie degli occhi e in caso di bronchite o malattie respiratorie. La qualità rossa è efficace per la riduzione del colesterolo nel sangue e di conseguenza per il benessere del cuore, per stabilizzare la pressione sanguigna, per accelerare la guarigione delle ferite e in situazioni di abbassamento di livello del tono. La qualità avventurina rossa opera sul II Chakra, Svadhistana, sacrale o Centro della Croce, situato nell’addome, collegato all’elemento acqua, alle emozioni ed alla sessualità. La qualità verde agisce sul IV Chakra, Anahata, Centro del Cuore, collegato con l’amore ed integratore degli opposti nella psiche. Per tale collegamento l’avventurina agisce favorevolmente sul muscolo cardiaco e sul suo benessere.

Questa gemma rigenera tutti gli organi, in corrispondenza della zona di applicazione con effetto lento, ma costante.

L’avventurina possiede virtù armonizzanti, riequilibranti e rigeneranti. Nella New Age è la gemma che esprime le emozioni.  A livello psichico essa porta serenità interiore e una migliore capacità nell’affrontare le difficoltà della vita. Aiuta a prendere coscienza dei traumi del passato, per poterli superare e poter procedere più serenamente nella vita e nelle relazioni con il prossimo, soprattutto nella sfera  sentimentale. L’Avventurina favorisce la creatività e potenzia la capacità di ascoltare  gli altri, in modo tale da creare relazioni più profonde e sincere. Essa è anche un prezioso aiuto per chi soffre d’insonnia, favorendo un sonno sereno e rigenerante. L’Avventurina rossa porta ottimismo, entusiasmo e facilita i rapporti interpersonali e la vita sessuale. L’Avventurina verde ha invece proprietà calmanti, agisce ottimamente sulla tachicardia e sull’ansia, rivelandosi un buon rimedio per le patologie della pelle dovute a problemi nervosi. È la pietra della gioia, riempie di sensazioni felici, umore positivo e pazienza. Indossare un gioiello di avventurina aiuta ad avere più autostima e più fiducia in se stessi, libera dal rancore e dalle sensazioni negative, aiuta a dimenticare le paure e a chiarire molte confusioni interiori. Nel secolo scorso l’avventurina veniva chiamata “pietra della prosperità” o “pietra dei giocatori”, in quanto si riteneva portasse fortuna e aiutasse nelle situazioni di rischio. La pietra facilita la centratura dei centri energetici, potenziando l’autonomia delle proprie capacità, assicurando benessere fisico e mentale. Si consiglia questa pietra a chi ha deciso di seguire una psicoterapia, allo scopo di ritrovare tranquillità emotiva e un’attitudine positiva rispetto agli eventi quotidiani ordinari o straordinari.

 Gli astrologi chiamano l’avventurina “pietra di puro amore”, ritenendola in grado di aprire le porte del cuore del partner. Chi crede di essere sfortunato in amore, può trovare nell’avventurina una valida alleata per attirare le forze positive dell’amore e della passione. Portata al collo come collana, stimola creatività e disperde le negatività, purifica i corpi mentali, emozionali ed eterici.  Amuleti fatti di avventurina, sono efficaci per propiziare l’intervento della dea Fortuna, con particolari riferimenti all’aspetto economico e sentimentale. L’avventurina si può portare come collana, ciondolo, anello all’anulare o bracciale al polso sinistro. Nei rituali e incantesimi d’amore o propiziatori per la fortuna, l’avventurina si può potenziare col quarzo rosa e l’ametista.

Si può anche tenere una pietra grezza sulla propria scrivania o nella stanza in cui si lavora: essa dona calma e serenità mentale, permettendo di svolgere il lavoro in modo armonico e proficuo.

metti un MI PIACE