leggiamo le carte da generazioni...

I Tarocchi Marsigliesi – Semi di Coppe

#CARTOMANZIACHIAMA LE NOSTRE ESPERTE 899 48 45 40

oppure con carta di credito chiama,

075.630.85.06 o 02.94.44.75.15

 La coppa è simbolo di fertilità, di abbondanza e di tutto ciò che ne deriva: gioia, soddisfazione, benessere, è il vaso della vita. L’influenza dell’elemento Acqua su questo seme, ne rafforza il simbolismo e il potere profetico. In analogia con il corrispondente seme di cuori delle carte da gioco, le coppe si riferiscono al mondo dei sentimenti e delle emozioni, possono rappresentare anche i ricordi, le memorie, le persone del passato, vengono collegate anche agli artisti e alle persone creative , ai soggetti romantici e sentimentali , segnalano i piaceri , le passioni , gli interessi umanitari. Spesso, queste carte fanno luce su situazioni interiori, complicate dal poco amore verso se stessi.Le figure rappresentate dal seme di coppe, hanno caratteristiche emotive accentuate, in positivo e in negativo: Sono connesse al proprio Sè emotivo, traggono energia da ciò che sentono.

 – Asso di Coppe – Questa carta rappresenta il Graal, la Sacra Coppa da cui proviene la Rigenerazione Spirituale. Dal punto di vista simbolico, la coppa con il coperchio sono naturalmente gli elementi più significativi: la coppa vera e propria rappresenta il piano della materia e della realtà quotidiana, mentre il coperchio simboleggia il livello superiore, il piano del sublime, che si identifica con la dimensione trascendentale.

 L’Asso di Coppe è direttamente associato con l’amore, l’affetto, l’abbondanza e la fertilità. È un simbolo di grande protezione, poiché rivela che una potente forza spirituale è all’opera.

 Carta dritta: indica la sensibilità del consultante e rivela la sua capacità di giudizio, in campo professionale predominano la creatività e lo spirito di rinnovamento: è una carta di buon auspicio proprio perchè si trova in relazione con l’abbondanza materiale ed economica. Rappresenta prima di tutto la casa, è gioia, calore umano, armonia familiare, senso gioioso ed edonistico della vita.

Carta capovolta: preannuncia notizie poco felici riguardo la casa, i parenti. E’ foriera di sfortuna e di avvenimenti spiacevoli in tutti gli ambiti della vita. Sul lavoro è insicurezza, ambiente non opportuno, dissesti societari, trasformazioni non sempre positive, errori di investimento, affari non conclusi.

– Due di Coppe – In questa carta vediamo  raffigurate due coppe leggermente più piccole dell’Asso, di eguale dimensione e perfettamente simmetriche: per il loro parallelismo e la loro disposizione, possiedono un notevole potere esoterico e divinatorio. Il Due di Coppe può rappresentare un Incontro che si svolge sotto l’influsso dell’amore o dell’amicizia: è simbolo della dualità degli oggetti e, al tempo stesso, delle esperienze comuni delle persone. A volte questa carta viene considerata come il simbolo del pensiero e della lucidità razionale, simboleggia la trasmutazione delle passioni verso l’alto grazie alla saggezza.

Carta dritta: rappresenta il bisogno di raggiungere un certo equilibrio spirituale e psichico,  per proteggersi dalle influenze esterne. Significa coppia in senso amoroso, due persone che si amano, un sentimento condiviso che preannuncia un rapporto serio, un fidanzamento, anche un matrimonio. In amicizia è affinità, amicizia profonda, rispetto.
Sul lavoro è collaborazione, aiuto, appianamento delle difficoltà.

Carta capovolta: è segno di squilibrio, disordine e confusione. Preannuncia il crearsi di situazioni molto tese dal punto di vista sentimentale. Indica la prevalenza della disarmonia e l’instaurarsi di una situazione economica negativa per il consultante. Sul lavoro indica una collaborazione senza risultati concreti, inefficienza, malumore e screzi. In amore segnala la perdita di armonia in una coppia, disordine affettivo, incomprensioni, litigio.

– Tre di Coppe – Il numero tre è messo in relazione con il ciclo eterno e immutabile della natura: nascita, maturità e morte. La simbologia di questo Arcano minore è in special modo correlata alla completezza, alla perfezione: rappresenta un momento di festa e celebrazione, un momento in cui si esprime pienamente la gioia di vivere. E’ sempre una carta positiva: esprime la soluzione di un problema, sollievo e appagamento.

Carta dritta: allude alla dimensione trascendentale e indica spesso che le azioni del consultante sono pervase da un’impronta mistica o comunque spirituale. E’ il successo ottenuto in un progetto, la cui conclusione positiva viene festeggiata. Preannuncia una maternità, un matrimonio fecondo e armonioso: è la fusione di una coppia che genere il frutto in armonia.

Carta capovolta: indica il predominio dei sensi sulla ragione, il consultante è schiavo dei suoi istinti, passioni e desideri. Sul lavoro è la perdita di un profitto, un’ idea che non va in porto. In campo sentimentale e familiare, una coppia, inizialmente felice, è incapace di governare il proprio rapporto. Simboleggia sterilità, preannuncia mancate gravidanze o un aborto.

– Quattro di Coppe – Questa carta è rappresentata da quattro coppe, la cui collocazione è perfettamente simmetrica: le due coppe collocate nella parte superiore della carta, simboleggiano l’equilibrio di forze del piano psichico, mentre la coppia disposta nella parte inferiore, rappresenta l’equilibrio delle forze del piano materiale. Il numero 4, simbolo di  maturazione e stabilità, in analogia con la figura del quadrato che lo rappresenta, allude a tutto ciò che è solido e compiuto, ma limitato dalla sua stessa rigidità. Questa perfezione armonica può essere reale, ma a volte solo apparente: l’animo umano spesso avverte il bisogno di novità, di trovare qualcosa che riporti un vero entusiasmo per la vita. In questo sesno la carta può esprimere insoddisfazione e una mancata disposizione ad apprezzare veramente ciò che si ha.

Carta dritta: significa un rapporto maturo e armonioso, sia nella vita affettiva che lavorativa. Preannuncia riunioni in famiglia, chiarimenti tra amici e colleghi di lavoro. Rappresenta l’armonia e l’equilibrio, ed è per tale motivo considerata una carta di buon auspicio.

Carta capovolta: è considerata una carta che preannuncia inconvenienti, disillusioni, e inquietudini, soprattutto in campo professionale e sentimentale. E’ un mancato chiarimento, una riunione chiarificatrice rinviata o negativa. In amicizia è la mancanza di apertura, impossibilità a fare nuovi incontri, chiusura.

– Cinque di Coppe – Il numero 5, prima delle regole dettate dalla numerologia della scuola pitagorica, era considerato profondamente infausto. La carta indica un periodo in cui bisogna ponderare bene ogni azione,  perchè il nuovo non è detto che sia sempre positivo. Il consultante è al centro di una situazione, di discussioni familiari: i suoi progetti si realizzeranno, ma superando prove difficili, spesso dolorose. Amarezza, rimpianto, tristezza sono le emozioni principali espresse dalla carta. La delusione spesso si accompagna all’amarezza, la perdita e l’insoddisfazione, sono una condizione essenziale per la pienezza della realizzazione. In campo affettivo e lavorativo, il consultante sta cercando nuove forme di appagamento: come la coppa centrale della figura, deve fare una scelta che comunque ha valide alternative.

Carta dritta: indica chiarezza e sintesi di giudizio, mente sveglia e intelligenza creativa e dinamica. Significa che qualcosa di nuovo può nascere e sta nascendo. In linea di massima, è considerata una carta positiva e di buon auspicio, indicativa delle condizioni esterne favorevoli al consultante, in special modo quelle che riguardano la sfera sentimentale e professionale.

Carta capovolta: in linea di massima, in questa posizione è considerata una carta di cattivo auspicio. Rivela il malessere interiore del consultante, nonchè il pericolo di ritrovarsi con depressioni e squilibri spirituali.

– Sei di Coppe – Questa carta rappresenta e simboleggia fondamentalmente gli aspetti pragmatici e concreti della vita, fa sempre riferimento alla quotidianità, alle piccole cose, ai dettagli. La maggioranza dei cartomanti, pone il Sei di Coppe in relazione con la memoria, qualunque cosa, persona, evento si riferisce a questa carta, appartiene al passato. E’ una carta neutra, che ha poco effetto sulle circostanti, se non quello di determinare la collocazione temporale lontana.

Carta dritta: rappresenta gli avvenimenti accaduti in passato e inoltre rivela l’inizio o il proseguimento di una possibile avventura. Rivela la complessità del mondo spirituale del consultante, le sue capacità razionali e la ricchezza del suo pensiero. Indica gli errori del passato, le sue conseguenze sul presente. Accanto al cavaliere di denari o all’sso di denari, significa l’arrivo di una notizia inattesa, una visita, un invito.

Carta capovolta: rivela la debolezza, l’impotenza e la vulnerabilità del consultante, soprattutto di fronte a situazioni delicate della sua vita personale e affettiva. E’ segno di incostanza e di squilibrio. Vicina al quattro di Denari, indica che, con molta probabilità, il futuro riserva al consultante privazioni e difficoltà.

– Sette di Coppe – E’ una carta molto positiva, indica una conquista e una conclusione favorevole, poichè il 7 è il numero del ciclo completo: promette soluzioni e soddisfazioni in tutti i campi, specie in quello affettivo. Il sette di Coppe infatti, si riferisce alle influenze astrali o psichiche di Venere, ispiratrice dell’arte e dell’amore, del trionfo delle imprese e delle idee creatrici. Si rivela particolarmente attivo nella sfera mentale ed emozionale, dove si riferisce all’arte e alla fantasia.

Carta dritta: la carta dritta è sempre connessa ad un pensiero affettuoso, un sentimento, un sogno, una speranza, una decisione relativa al campo degli affetti. Rappresenta la creatività del consultante, in particolare fa riferimento alle iniziative e ai progetti innovatori, realizzati in campo professionale e sociale. Evidenzia un rapporto sentimentale armonioso, ma anche la possibilità di instaurare una situazione affettiva migliore di quella vissuta in passato.

Carta capovolta: esprime  promesse non mantenute, errori di giudizio dovuti a ingenuità. I sentimenti sono stati traditi, non rispettati, calpestati. Questo arcano capovolto, è indice di sofferenze e delusioni, ma anche di una eccessiva fiducia in sé stessi e di egocentrismo.

– Otto di Coppe – Questo Arcano è molto fluido, sensibilissimo e facilmente condizionabile dalla presenza delle carte vicine. Costruita sul simbolismo statico e duplice del numero 8, ha un equilibrio sostanzialmente buono, ma che non esclude, a breve, la formazione di una situazione difficile. Può segnalare problemi nella sfera sessuale, soprattutto se riferita a una donna, ma anche frigidità o un eccessivo pudore.

Carta dritta: segnala in generale buone opportunità nel lavoro e negli affari, rinnovamento delle prospettive, successo che ripaga un grosso sforzo, proposte vantaggiose, risarcimenti e vincite inattese, dopo un lungo periodo di stallo. A volte questa carta, anche se si presenta diritta, in presenza di carte negative, capovolge in modo importante il significato positivo ed esprime incomprensioni, incompatibilità, falsità.

Carta capovolta: il consultante mostra un eccessivo attaccamento a certe idee che possono creare delle incomprensioni con le persone che lo circondano. Rivela l’ impossibilità emotiva di coltivare un rapporto di coppia importante.
Lavorativamente, la carta evidenzia l’ incapacità di dedicarsi con costanza ad un lavoro e a crescere professionalmente.

– Nove di Coppe – Questa carta rappresenta la tendenza a vivere felicemente ed armoniosamente, rifiutando al contempo il caos ed il disordine. Affettivamente esprime un rapporto stabile, duraturo nel tempo, fra due persone che fanno di tutto per rendere il rapporto armonioso e costruttivo. La disposizione stessa delle coppe, che appaiono raggruppate in tre triadi uguali, sono cariche di emblematicità. Ognuna delle coppe che si trovano al centro delle triadi, rappresenta la sintesi delle caratteristiche delle altre: infatti è per questo motivo che la carta del Nove di Coppe rappresenta l’armonia e l’unità degli opposti. Le coppe laterali simboleggiano i cambiamenti che interessano la vita del consultante, mentre quelle centrali indicano l’immobilismo e il conformismo, ovvero l’opposizione a qualunque trasformazione.

Carta dritta: rivela sicurezza di sé, integrità di giudizio e inoltre indica l’estremo bisogno d’affetto del consultante. Il nove di Coppe evidenzia un traguardo raggiunto in ambito affettivo, oppure una vittoria lavorativa, artistica, esistenziale, intellettuale. Questo Arcano è anche presente quando la stesura riguarda una persona con grande attitudine artistica: in questo caso indica passione per le attività culturali e intellettuali.

Carta capovolta: rappresenta la perdita di opportunità che il consultante dovrà affrontare a causa delle sue indecisioni e dei suoi dubbi. Indipendenza, desiderio di conoscere persone nuove, curiosità per nuove culture e ricerca di nuove esperienze affettive.

– Dieci di Coppe – E’ considerata una carta rappresentativa dei successi e dei traguardi che una persona consegue e raggiunge nel corso della vita. Dall’ unione di un seme attivo,e in genere positivo, con un numero di realizzazione, nasce un arcano molto forte, molto favorevole se dritto, ma altrettanto negativo e distruttivo, se capovolto. Il vero successo, ci insegna questa carta, proviene dal creare legami durevoli con le persone attorno a noi, condividendo emozioni ed esperienze di vita. È un Arcano che riguarda gli affetti familiari, i parenti, i conoscenti e gli amici in generale. Segnala anche genialità, ottime capacità professionali, soddisfazioni, fortuna, riuscita negli affari.

Carta dritta: rappresenta l’equilibrio tra il piano intellettuale, quello affettivo e quello professionale. E’ segno di affetto e stabilità nelle relazioni umane. Si tratta di una lama aperta al rinnovamento e alla crescita mentale, indice di propensione verso nuove forme di esistenza e verso nuove esperienze, esprime entusiasmo, coraggio, energia sufficiente a realizzare i propri desideri. Tutti i progetti condotti a danno del consultante saranno subito annientati.

Carta capovolta: carta molto pesante, specialmente se contornata da lame altrettanto negative, muta le buone occasioni in ostacoli, i successi in difficoltà e sconfitte. I progetti del consultante andranno incontro a insuccesso, gravi contrasti e perdite. Rivela che il consultante sta vivendo una situazione affettiva e familiare molto negativa.

– Fante di Coppe – Nella carta è raffigurato un giovane snello, pieno di vita e di idee per il futuro. Si intuisce a prima vista che è ricco di fantasia, creativo e sensibile, capace di ascoltare con tatto e sensibilità. La sua energia risiede nel cuore più che nella testa. Sul capo ha una corona di rose e di fiori intrecciati, che simboleggiano il fascino della vita ai suoi albori. Questo arcano può anche riferirsi ad un amico leale, un collaboratore pieno di buona volontà, anche se alle prime armi e non investito di poteri esecutivi.

Carta dritta: il Fante di Coppe è direttamente legato alle relazioni personali e alle passioni, indica spesso un sentimento platonico, un amore vissuto a distanza. Questa carta rappresenta la preponderanza della contemplazione sull’azione, la preferenza per la trattativa piuttosto che per lo scontro. E’ una carta di buon auspicio che indica importanti successi per il consultante e può inoltre fornire indicazioni circa le sue capacità creative o sulla sua fertilità.

Carta capovolta: il Fante di Coppe capovolto, soprattutto in presenza di carte negative, diviene indice di esagerazione, romanticismo eccessivo, complicazioni sentimentali. Indica un carattere indeciso, timoroso, stati di malinconia che potrebbero provocare al soggetto gravi squilibri psichici.

– Cavaliere di Coppe – E’ il messaggero di una buona notizia, di una gradita sorpresa. Il Cavallo, che appare in primo piano nella sua maestosità, rappresenta la forza fisica e, in senso generale, il momento favorevole che il consultante attraversa insieme alla possibilità di eventi positivi. La vera forza di questo Cavaliere consiste nell’essere in contatto col suo cuore e i suoi sentimenti. La carta rivela sempre situazioni in movimento, fluide e dinamiche, ma ben orientate e costruttive.

Carta dritta: rappresenta le buone condizioni mentali del consultante, la sua capacità raziocinante e la lucidità dei suoi pensieri, assicura fascino, successi mondani, una passione travolgente che vince qualsiasi ostacolo, un colpo di fulmine, una conquista o un’avventura inattesa. L’amore viene entusiasticamente anteposto a tutto: al lavoro, al denaro, allo studio. In ambito professionale, il futuro si prospetta pieno di buone nuove, di progetti nuovi, di nuove opportunità.

Carta capovolta: rivela mancanza di idee, debolezza razionale e incapacità di argomentare. La gioventù e l’inesperienza a volte, possono portare a perdersi nei sogni senza tradurli in pratica, una eccessiva sensibilità può condurre a una pericolosa vulnerabilità, agli attacchi e alle critiche altrui, rendendo il soggetto triste e irascibile. Può segnalare nozze poco felici, ostacoli sentimentali, passioni morbose e passeggere, un tenore di vita troppo dispendioso per le proprie possibilità.

– Regina di Coppe – Questa carta rappresenta la Donna nel suo pieno significato simbolico di Madre-Terra-Acqua-Fecondità; lo yin, il femminile, complementare dello yang maschile, la compagna e consorte del Re. Si tratta di una donna accattivante, fantasiosa e intraprendente, che si distingue per la sua forza di carattere e per la sicurezza in se stessa. La corona che graziosamente regge sul capo, simboleggia l’influenza dell’universale sul particolare, mentre la coppa che regge in mano, rappresenta la vastità del mondo dell’occulto. La sua modalità di rapportarsi al mondo e agli altri, è attraverso i sentimenti. La sua presenza è avvolgente: è capace di consolare, ascoltare e sanare le ferite del cuore. E’ la più femminile fra tutte le Regine. Tra i suoi doni, c’è il potere di guarire, che si manifesta attraverso la capacità di assorbire le energie negative per poi trasformarle. A volte la carta rappresenta anche una veggente o una medium, capace di ricevere messaggi da altre dimensioni.

Carta dritta: è il simbolo positivo della donna, della maternità, della fertilità in tutte le età, e in ogni stagione della vita. È un Arcano estremamente positivo se affiancato ad Arcani Maggiori positivi: in questo caso predice  successo, felicità e piacere. Mette in evidenza un temperamento estroverso e aperto alle novità, in special modo quando queste riguardano il campo affettivo e sentimentale.

Carta capovolta: capovolgendosi, l’arcano perde forza e la donna cui allude, pur rimanendo gentile e affettuosa, perde tutta l’energia che la contrassegnava da diritta, rivelandosi talvolta debole o malata: in questo caso, pur riferendosi sempre a una donna di bell’aspetto, rivela la sua disonestà, falsità, instabilità e possibili problemi mentali. Solo in posizione fortemente negativa nel gioco, e abbinata ad altri arcani pesanti, la Regina di Coppe può riferirsi a una donna gelosa, possessiva e ostile. In questo caso la carta segnala cattivi sentimenti, raggiri, ostacoli o tradimenti. Nel lavoro, indica difficoltà di integrazione con l’ambiente professionale, competitività e pettegolezzo.

– Re di Coppe – Nella carta il Re di Coppe viene rappresentato da un uomo robusto con la barba lucente e curata. Il favorevole seme di coppe è legato ad un personaggio altrettanto benevolo: emerge un individuo maturo e realizzato, stabile nelle relazioni e nel comportamento. La sua grande capacità è quella di entrare in sintonia con l’animo umano e capirlo: il suo è un carisma che affascina e conquista. Sincero e onesto, le persone si confidano facilmente con lui, la sua compassione per gli altri e la devozione verso gli ideali in cui crede, gli assicurano grande capacità di mediatore e armonizzatore delle varie situazioni.

Carta dritta: è una carta di buon auspicio, specialmente nel campo professionale e affettivo. Indica stabilità nelle relazioni e nelle azioni, consolidamento degli affari, intelligenza, saggezza, armonia e lealtà. Qualche volta, poiché le Coppe non si relazionano solo all’amore, ma anche all’arte e alla bellezza, il Re di Coppe può riferirsi a  un artista, un mecenate o un letterato.

Carta capovolta: in tal posizione, il Re di Coppe rappresenta la rovina e il prevalere di tradimenti e discordie, diventa una figura autoritaria e anaffettiva, segnala un cambiamento negativo in ambito familiare, ma anche in ambito professionale e relazionale. Rivela inoltre un fallimento matrimoniale e la conseguente separazione tra coniugi.

metti un MI PIACE