leggiamo le carte da generazioni...

I Tarocchi Marsigliesi – Semi di Spade

#CARTOMANZIACHIAMA LE NOSTRE ESPERTE 899 48 45 40

oppure con carta di credito chiama,

075.630.85.06 o 02.94.44.75.15

La spada è un comune simbolo di autorità, esprime il comando, il coraggio, lo scontro cruento e sanguinoso. E’ inoltre un simbolo fallico e rimanda a caratteristiche maschili che da secoli esprimono il potere e la potenza. In quanto arma, la spada può rappresentare anche aggressione, pericolo, tradimento, offesa: è un oggetto tagliente, quindi destinato alla difesa o all’attacco. Le spade possono ferire lievemente, in maniera più grave, oppure dare anche la morte. Il significato di questo seme infine, può riguardare l’ambizione, il desiderio di primeggiare, di vincere, lo slancio, il coraggio, il desiderio di battersi con gli altri, di confrontarsi per far emergere il proprio valore.

Questo seme deve essere messo in relazione con l’elemento Aria, che ha di per sé attinenza col piano spirituale, e con tutte le qualità che ad esso sono generalmente associate: la forza, l’ espansione e l’ energia. Le Spade possono rappresentare anche la classe militare, la stagione invernale, rigida e fredda come il metallo, rappresentano in generale tutto ciò che l’uomo teme: malattie, lotte, ostacoli, disgrazie, incidenti.

Tuttavia non tutte le situazioni messe in luce dalle Spade, volgeranno sempre al negativo: le carte di questo seme possono essere interpretate positivamente o negativamente, a seconda delle situazioni. Talvolta queste carte hanno lo scopo di segnalare e mettere in guardia il consultante contro azioni offensive o pericolose in arrivo.

– Asso di Spade – L’Asso segna l’inizio di una nuova fase, un totale cambiamento che ha come punto di origine il piano mentale. Simbolo di energia psichica potente e feconda, e’ il principio creatore dell’universo, è una carta di dominazione assoluta, di potere, di conquista. Simbolo fallico, aggressivo e penetrante, allude con forza perfino eccessiva alla giustizia, all’onore, alle prese di posizione estreme in difesa di un ideale. La  carta, nella sua forza dinamica e decisa, rimanda a nuove idee, nuovi modi di concepire la vita, nuove prospettive intellettuali, maggiore capacità di concentrazione e forza di volontà.

Carta dritta: è simbolo di successo e di trionfo in ogni campo. Rappresenta la fiducia nel progresso e nell’evoluzione dell’umanità a tutti i livelli, soprattutto sul piano sociale. La sua intelligenza non perdona l’errore, la sua potenza domina e taglia con forza selvaggia. Questa lama In abbinamento positivo, è messaggera di affermazione in una competizione, successo conseguito grazie alla volontà e al coraggio.

Carta capovolta: l’ Asso di Spade capovolto indica mancanza di riflessione, tirannia, violenza verbale e psicologica, rivela mancanza di iniziativa e povertà intellettuale. E’ segno di contrasti ed opposizioni, specialmente sul piano ideologico. Con questa carta la sessualità e’ violenta ed esigente, causa incomprensioni e timori.

– Due di Spade – Il Due di Spade annuncia l’arrivo di un tempo più sereno: il significato di questa carta allude alla fusione dei due mondi opposti e complementari dello spirito e della materia. La sua simbologia rimanda dunque all’equilibrio e alla sintesi degli opposti. Quando l’arcano è in una posizione negativa, le due spade possono combattere l’una contro l’altra, in caso contrario possono essere alleate contro un avversario comune. Il Due di Spade esprime forza bilanciata, ma anche sentimenti contraddittori.

Carta dritta: preannuncia per il consultante un lungo periodo di armonia e felicità. Rappresenta un momento di tregua in cui guardare agli altri con fiducia e coltivare le amicizie, approfittando di un periodo di tranquillità in cui può risolvere le sue questioni senza affanno o altre preoccupazioni. Bisogna fidarsi del proprio inconscio e della propria capacità creativa di generare soluzioni, anche riguardo i problemi più gravi: è un buon momento per dedicarsi ai propri sogni e ai messaggi che contengono.

Carta capovolta: è una carta di cattivo auspicio, specialmente nel campo professionale e in quello affettivo. Indica maldicenze e inganni, tradimenti e falsità anche da parte delle persone più vicine. La menzogna domina la vita del consultante, troppo superficiale e inaffidabile per riuscire a instaurare rapporti soddisfacenti e profondi.

Tre di Spade – Il numero 3, ovvero la comunicazione,associato all’ elemento Aria delle Spade, rende difficile la comunicazione e problematico il rapporto interpersonale. Questa carta è generalmente negativa, non solo in campo amoroso, ma in generale riguardo le relazioni sociali: sottolinea un allontanamento, non necessariamente negativo, ma che lascerà degli strascici dolorosi.

Carta dritta: la carta segnala un allontanamento, forse definitivo, un’assenza o una partenza. Rivela al consultante la possibilità di intraprendere con successo nuove imprese e attività. Il consiglio di questa carta è quello di sentire profondamente il dolore che si prova e immergersi in esso. Bisogna accettarlo pienamente, solo così si inizierà a percorrere la strada della guarigione.

Carta capovolta: il tre di Spade capovolto è una carta piena di cattivi presagi e di un intenso dolore che coinvolge anche la famiglia e le persone più vicine. Si tratta di un momento negativo dell’esistenza, pieno di frustrazioni, contraddizioni e ansia. Rivela la fragilità fisica e mentale del consultante, la cui condotta impulsiva ed esagerata, può rivelarsi fonte di dispiaceri e contrasti con le persone i vicine.

– Quattro di Spade – Il Quattro di Spade è simbolo del riposo dopo la lotta. In generale esso rappresenta una fase di recupero delle forze, dopo un periodo di intensa attività fisica e psichica. Il recupero deve avvenire in un ambiente idoneo, perciò questa carta può indicare anche il ricovero in ospedale o in clinica. Se è l’anima a doversi rigenerare, il luogo della guarigione può essere un monastero, un tempio, una comunità spirituale. La posizione simmetrica delle Spade indica appunto un equilibrio raggiunto o da raggiungere.

Carta dritta: predice momenti di solitudine creativa e produttiva, necessari per riprendere al meglio un nuovo percorso, sia in ambito personale, che intellettuale. Questa carta può riferirsi a una lunga vacanza, una convalescenza, una sosta di percorso preziosa per la salute del consultante. Solo in prossimità di arcani molto negativi, può riferirsi alla tomba, all’ospedale o al carcere.

Carta capovolta: preannuncia eventi negativi nella professione e problematiche passeggere in campo lavorativo. L’ambito sentimentale è contraddistinto da una certa freddezza e monotonia. C’ è la possibilità di un piccolo intervento chirurgico o un incidente di poco conto.

Cinque di Spade – Arcano molto pesante, uno tra i peggiori del mazzo, Il Cinque di Spade è uno degli arcani più complessi da valutare, in quanto indica una sconfitta dovuta alla propria superficialità o alla cattiveria di un’ altra persona. Certamente, in un senso o nell’altro, senza badare al giudizio altrui, bisogna reagire e rimediare ai danni provocati o subiti.

 Carta dritta: la carta esprime un momento di grande tensione dovuto a perdite e fallimenti materiali e affettivi, a seguito di un litigio, una separazione o un lutto. Esprime malinconia e rimpianto, umiliazione e depressione: siamo di fronte a una sconfitta cocente, uno schiaffo morale o materiale del destino a cui, però, si ha la capacità di reagire con decisione e orgoglio. La carta si riferisce anche alla sessualità, vista però in chiave negativa, vissuta come seduzione, perversione, vizio.

Carta capovolta: il capovolgimento della carta non ne cambia sostanzialmente la valenza negativa, esprime sempre controversie, sconfitte e lutti, eventi negativi in campo lavorativo, personale e affettivo. Il consultante si trova in un momento di forte tensione e confusione, deve fare o subire scelte molto difficili e dolorose.

Sei di Spade –  E’ una carta molto debole, tende ad assumere i significati delle lame vicine, che ne influenzano il senso. Questo Arcano Minore simboleggia una fase di transizione in attesa di buone novità, piccoli movimenti circoscritti all’ambito quotidiano, piccole incombenze che rendono pesante l’atmosfera e spingono a cercare una via di fuga: infatti questa è anche la carta dei viaggi e degli spostamenti. Evidenzia le paure, i dubbi e le ansie del consultante in relazione alla vita di tutti i giorni, preannuncia una novità, non necessariamente buona, che cambierà in qualche modo i suoi ritmi e i suoi equilibri.

Carta dritta: la carta è di per sè una lama incerta, piuttosto influenzabile da quelle vicine: indica comunque la necessità di organizzare le proprie idee e le proprie energie per poter attuare un cambiamento. Il consiglio è quello di muoversi, di rompere le abitudini e le dipendenze che non producono azioni costruttive, riequilibrare le forze e rendersi autonomi attraverso scelte consapevoli e mirate.

Carta capovolta: la carta evidenzia un cambiamento più subìto, che deciso autonomamente, preannuncia insoddisfazioni e frustrazioni del consultante, ansie distruttive che impediscono di organizzare e decidere una situazione con serenità e razionalità.

– Sette di Spade –  Il Sette di Spade descrive il tentativo di raggiungere un obiettivo attraverso espedienti, percorsi illegali o superficiali. Anche questa è una lama pesante, è la fusione del simbolismo duro e tagliente del seme di Spade, con quello del numero sette, che esprime la fine di un ciclo, la compiutezza del sistema planetario antico, il numero delle note musicali e dei giorni della settimana. La speranza e il desiderio di realizzazione spingono incontro a nuove difficoltà e nuove lotte, bisogna essere consapevoli delle motivazioni che spingono ad agire, per verificare se impegnarsi più seriamente, oppure rinunciare del tutto.

Carta dritta: se le carte vicine sono estremamente positive, le speranze del consultante, dopo un lunga lotta, sono finalmente in via di realizzazione. Sussistono, infatti, alcune possibilità di vittoria per chi si sia impegnato a fondo, ma senza sforzo le speranze rimangono castelli in aria, sogni irrealizzabili, illusioni prive di sbocchi. La carta esprime anche una grande sensibilità verso l’arte in generale, capacità di senso estetico riguardo oggetti e persone.

Carta capovolta: la riflessione ridimensiona le fantasie in favore della realtà. L’invito a riflettere sulla questione può provenire da altri, tramite un avvertimento, un richiamo che rappresenterà per il consultante una lezione salutare. Occorrerà impegnarsi a fondo per mantenere la situazione sotto controllo. Le difficoltà finanziarie, affettive, professionali possono essere gravi ma non insormontabili.

– Otto di Spade – Questa lama rappresenta l’equilibrio tra forze opposte, un equilibrio apparente, pieno di presagi negativi, foriero di uno scontro con forze esterne, ma spesso anche con elementi interiori, personali, motivazioni importanti che devono essere affrontate e superate. E’ una carta che esprime sempre una difficoltà, un’ apparente calma, un falso equilibrio: gli elementi in gioco sono armi taglienti, pronte per essere liberate e usate per ciò che sono, per l’ utilizzo offensivo. Il consultante si sente in gabbia, preda della propria indecisione, dei propri timori riguardo le situazioni che si prepara ad affrontare.

Carta dritta: è arrivato il momento in cui alcuni nodi devono essere sciolti, ci sono decisioni da prendere, anche se le conseguenze di tale cambiamento potrebbero essere nefaste o comunque sfavorevoli. La carta esprime la volontà indispensabile per superare le piccole o grandi difficoltà della vita, attingendo alle proprie qualità etiche e morali. Il futuro è instabile e i suoi esiti incerti, ma attraverso una costruttiva autocritica, le proprie energie interiori e un suggerimento esterno, si troverà la forza di rompere i propri falsi equilibri e fare ordine nella propria vita.

Carta capovolta: una trasformazione radicale, dolorosa ma necessaria, potrebbe richiedere sforzi smisurati e energie che non si possiedono, con conseguente senso di inadeguatezza e frustrazione. La carta preannuncia sempre problemi e contrasti in ambito professionale e sociale.

 – Nove di Spade – La carta quasi sempre indica il misticismo, la spiritualità, la religione. Il tre, numero della perfezione, elevato a potenza diventa simbolo di protezione divina, dell’ideale da raggiungere. Solitudine e mistero circondano questa carta che è la premessa di una crisi lunga e piena di interrogativi profondi e laceranti. Il consultante potrà uscire indenne da questo periodo così difficile, solo appellandosi alla forza dell’ideale e della morale, attingendo alle sue convinzioni ideologiche e religiose. Il Nove di Spade descrive infatti la reazione interiore agli eventi, più che gli eventi in sé; rivela la forza delle convinzioni ideologiche e religiose del consultante in alcuni momenti particolari della sua vita.

Carta dritta: rappresenta la sensibilità e l’ integrità morale del consultante, quando deve affrontare e risolvere situazioni delicate. A volte questa carta indica un’ esperienza dolorosa del passato, che non si riesce ancora a dimenticare. Queste paure possono condizionare profondamente il suo futuro, è importante che il consultante riesca a capire che peso hanno avuto tali esperienze sul presente, per riuscire a dare a ogni cosa il giusto peso.

Carta capovolta: il consultante è preda si dubbi e incertezze anche senza motivi reali, regna la diffidenza, la vergogna, la sfiducia. Bisogna  riconsiderare la situazione con la massima prudenza e rinviare viaggi, scelte, progetti. Insuccessi e contrattempi in arrivo, in ogni campo, dalla salute alla vita lavorativa.

– Dieci di Spade – Questo Arcano Minore rappresenta sia la presenza di gravi difficoltà, che la reazione interiore ad esse. Di fronte a situazioni molto gravi e dolorose, si viene tentati dalla voglia di arrendersi, di cedere alla morsa inesorabile delle spade che trafiggono corpo e anima:  il Dieci di Spade è la carta del pianto e dell’angoscia, le cui cause sono da ricercare in una separazione e in un profondo senso di smarrimento personale. Ma abbandonarsi a pensieri negativi in questo momento peggiorerebbe la situazione e, anche se esausto, il consultante dovrà trovare il coraggio di superare il momento di crisi e iniziare tutto di nuovo.

Carta dritta: messaggera di dolore, lacrime, rimorsi, la carta annuncia una situazione pesantissima, ma indica anche che l’ accettazione di una situazione così difficile e il superamento di un ostacolo, renderà il consultante rafforzato nelle sue capacità, manifestando in tal modo lucidità di giudizio, chiarezza di opinioni e forza interiore. Può segnalare un periodo di massima sfortuna e disagio, da neutralizzare con prudenza e autocontrollo.

Carta capovolta: annuncia tristi novità nella vita affettiva e sociale, scarsa stima di se stessi che conduce irrimediabilmente a stati di depressione non facilmente superabili. Si impone un periodo di grande riflessione per riuscire a comprendere come e perchè si sia arrivati a situazioni così gravi.

– Fante di Spade – Nella carta è raffigurato un giovane uomo che impugna la spada quasi per gioco, come fosse un ornamento e non un’arma vera e propria. Sembra atteggiarsi ad un guerriero ardito, mentre in realtà tutto traspare nel suo atteggiamento, tranne la pericolosità e la ferocia di un uomo di cui aver timore. Rappresenta l’amore giovanile, combattivo e leale, ma ancora troppo ingenuo e smaliziato, è veloce, dinamico, pronto a muoversi rapidamente con la parola e col pensiero. Le sue aree di sviluppo più promettenti sono nel campo della parola, della comunicazione e dell’intelletto, più che della combattività.

Carta dritta: la carta rivela l’insicurezza del consultante, soprattutto nel campo affettivo e professionale. Siamo di fronte all’eterno dubbio del richiedente, al suo atteggiamento insicuro nel momento di prendere importanti decisioni o di affrontare determinate questioni delicate e personali. E’ la carta della prudenza e dell’attesa, della curiosità e dell’indiscrezione. Mette in guardia riguardo a promesse superficiali e a sforzi inutili, è necessario essere più concentrati sull’obbiettivo da raggiungere.

Carta capovolta: rivela un carattere debole e confuso, atteggiamenti e comportamenti approssimativi e disordinati, accadranno fatti nuovi, non sempre piacevoli: cambiamenti di residenza, piccoli disturbi di salute, novità su cui riflettere con pacatezza e serietà.

– Cavaliere di Spade – L’immagine rappresenta un individuo già ben avviato nel suo percorso di crescita, che non è tuttavia ancora concluso. Il Cavaliere di Spade è un uomo pronto a compiere il suo dovere, galoppa con grande energia e convinzione. Rappresenta la dinamica ricerca di nuove vie e soluzioni, dispone già del dominio su molte qualità  dell’elemento Aria a cui è collegato: intelligenza, dinamismo, rapidità, pensiero analitico. E’ capace di azioni rapide e intelligenti, sa affrontare i problemi in maniera coraggiosa e diretta, servendosi del pensiero e della parola, ottiene risultati in breve tempo grazie a soluzioni innovative. La sua immagine rimanda spesso alla difesa dell’ordine sociale e delle leggi, rievocando il cavaliere medioevale, protettore dei deboli e della fede.

Carta dritta: indica un’ azione intraprendente e orgogliosa, rapida, ma non sempre precisa nei tempi. Questa carta indica spesso un improvviso bisogno di cambiamento: il Cavaliere di Spade ha tutte le carte in regola per riportare la vittoria sulle difficoltà e sui rivali, a patto che non si lasci prendere la mano da atteggiamenti di immaturità e fanatismo.

Carta capovolta: con il capovolgimento, la carica vitale ed energetica di questa carta subisce una brusca trasformazione: il consultante appassisce in una situazione di inerzia, inefficienza, improduttività,  oppure, all’opposto, diventa impulsivo,imprudente,  irresponsabile. Pur mantenendo il suo fascino indiscusso, è un individuo pericoloso, superficiale e caparbio.

– Regina di Spade – Questa donna seduta su un trono spoglio, incute rispetto per le sue maniere decise e l’atteggiamento severo. E’ la signora della sacralità dell’energia propria dell’elemento Aria. Il suo aspetto è severo, il suo abbigliamento è meno frivolo di quello delle altre regine, il suo carattere è austero. Nella spada che impugna con la destra sembra portare il peso di un destino avverso, che sopporta con coraggio e grande dignità. E’ il simbolo di una donna sola che lotta per ottenere i suoi ideali, indica il senso del dovere e del sacrificio. Forse un po’ rigida nel suo atteggiamento, la Regina di Spade è una persona gentile e saggia, resa guardinga dalle pesanti circostanze della vita, una confidente preziosa, una donna matura, pienamente realizzata e consapevole.

Carta dritta: siamo di fronte alla raffigurazione della giustizia. dell’ equilibrio, di chi sa stare sopra le parti. L’elemento Aria, che questa Regina padroneggia, esprime una grande capacità di concentrazione, il sapersi rapportare col mondo attraverso le idee e l’intelletto. Indica capacità di un giudizio equilibrato, eccellenti doti di mediazione e arguta saggezza. La donna che questa Regina rappresenta, è una donna forte, intelligente e austera nella sua saggezza.

Carta capovolta: in questa posizione, la Regina di Spade diventa una donna cristallizzata sulle proprie posizioni di potere, che frena le possibilità altrui: una bigotta dall’ apparenza irreprensibile e dal comportamento discutibile. Dietro il suo sorriso possono celarsi calunnie, perfidie e tradimenti. Questa carta indica la necessità di non fidarsi di una donna che, mostrandosi saggia e amichevole, sta invece tramando intrighi e cattiverie.

–  Re di Spade – E’ il sovrano dell’elemento Aria. Intelligente, analitico, è capace di usare il potere della ragione e della logica per trovare soluzioni innovative ai problemi che affronta. Dotato di volontà indomabile e per questo in grado di esercitare un pieno controllo sul destino, indossa la corona sopra l’ elmo e impugna nella mano destra la spada. E’ la carta della decisione e della realizzazione, esprime grande autodisciplina e capacità di perfezionare se stessi, attraverso un allenamento costante delle aree che si desidera sviluppare ed emancipare. Il seme di Spade, simbolo del dolore e degli ostacoli, in questa carta segnala un potere contro cui è inutile lottare. L’unica via di uscita è sottomettersi e lasciarsi guidare da un uomo severo, influente, erudito e di posizione elevata.

Carta dritta: l’arcano segnala costanza, rigore, obbedienza alle regole e alle leggi. Il Re di Spade esprime un forte ordine mentale, equilibrio nelle dispute, un innato senso di giustizia. Il destino non ci incatena, possiamo assumerci le nostre responsabilità e fare le nostre scelte con equità e rigore mentale.

Carta capovolta: in questa posizione ci troviamo di fronte ad una figura pericolosissima: una persona dotata di grande potere intellettuale, che tende a dominare anche a livello ideologico per fini puramente egoistici, un egoista calcolatore e privo di scrupoli, un arrivista presuntuoso e ostinato che usa il suo potere mentale per soggiogare e plagiare.

metti un MI PIACE