leggiamo le carte da generazioni...

Il Bagatto

#CARTOMANZIACHIAMA LE NOSTRE ESPERTE 899 48 45 40

oppure con carta di credito chiama,

075.630.85.06 o 02.94.44.75.15

I – Primo Arcano Maggiore – Il Bagatto (le Bateleur)

La parola deriva dal latino e sta ad indicare “figura da poco”, “bagatella”, cosa di nessun conto. E’ detto anche  Il Mago, l ‘Artigiano.

Nei primi mazzi il Bagatto era rappresentato come un artista di strada,un prestigiatore posto dietro a un tavolo su cui  sono appoggiati gli attrezzi del suo mestiere.  I  semi degli arcani minori sono tutti presenti : spade,denari e coppe ,simboli dell’ aria, della terra e dell’ acqua. Il seme di bastoni invece, cioè il fuoco, è rappresentato dalla bacchetta che il Mago rivolge verso l’alto. Nei mazzi Visconti-Sforza, questo giovane uomo  ha un mantello rosso su una tunica verde e  ricorda anche il ciarlatano e il prestigiatore nelle fiere e nei mercati medievali.

Nei primi  tarocchi marsigliesi il prestigiatore tiene il bastone nella mano sinistra, come se fosse una bacchetta magica ; non guarda verso lo spettatore , ma in un punto distante dal suo stesso tavolo. Sulla carta comincia a comparire il numero 1 in cifre romane.

Nelle raffigurazioni successive questa carta  rappresenta un giovane uomo con un grande cappello e abiti vistosi, posto in piedi davanti a un tavolo, su cui figurano monete, vasetti, dadi, coltelli, una borsa. L’uomo regge nella mano sinistra un bastone dorato. Sulla testa del Bagatto è presente il “lemniscus” , copricapo col  simbolo dell’ Infinito , che sta a indicare le potenzialità del fare, l’intraprendenza, la creatività.

Il Bagatto è il numero uno, il principio attivo, l’azione, rappresenta l’uomo  all’alba del suo cammino. Possiede tutti gli strumenti  per passare attraverso le prove della vita ed evolversi. E’ il principio di tutto, l ’Unità creatrice che opera nel mondo manipolando le quattro forze fondamentali. E’ l ’Uomo, l ’Io-volontà , l ’alchimista motivato  da una grande forza interiore e deciso ad intraprendere imprese esistenziali e concrete.. L’ idea che questa carta esprime è quella del potere assoluto, sia temporale che spirituale.La figura si estende dal finito ( il suolo dove poggia i piedi) all’ infinito ( il lemniscus). Nel Bagatto i tre livelli, quelli dello spirito, dell’anima e del corpo sono fusi insieme. Chi opera si concentra in se stesso, ritrova la sua unità. A livello spirituale la carta simboleggia l’unità primordiale, il verbo, l’insieme universale. Sul piano dell’anima è la consapevolezza di sè, la sapienza. A livello materiale è l’origine delle cose, l’impulso vitale, l’essenza di tutti gli elementi.

Lettura : se il Bagatto è il risultato della divinazione , è di buon auspicio, indica la realizzazione, la conquista. Quando è legata a energie di transizione tra presente e futuro, indica la necessità di un grande sforzo emotivo per raggiungere il traguardo desiderato. Collegata alla posizione di ostacolo, rappresenta la grande difficoltà, e forse l’ impossibilità di realizzare un obbiettivo, soprattutto in mancanza di altre carte che indichino  la strada per aggirare l’ostacolo. Quando la carta è indicatrice di una persona, il Bagatto rappresenta una persona importante, audace e potente, sempre in relazione al tema di cui si sta trattando. Quando la carta si presenta capovolta. siamo di fronte alla scaltrezza negativa, all’impazienza, alla mancanza di fiducia e all’insicurezza personale, spirituale e materiale.

metti un MI PIACE