leggiamo le carte da generazioni...

I Tarocchi Marsigliesi – Il Giudizio

#CARTOMANZIACHIAMA LE NOSTRE ESPERTE 899 48 45 40

oppure con carta di credito chiama,

075.630.85.06 o 02.94.44.75.15

XX – Ventesimo Arcano Maggiore – Il Giudizio

Il Giudizio, conosciuto anche come l’Angelo, è la ventesima carta degli arcani maggiori. Questo Arcano ci chiama a una nuova vita. Non è mai troppo tardi per ricominciare, non è mai troppo tardi per rinascere. Nella carta veniamo trasportati in una valle, dove sono raffigurate delle persone nude in atteggiamento di preghiera e felicità, che sembrano uscire dalle loro tombe. Sopra le loro teste, un Angelo con grandi ali, sporge da una nuvola che sprigiona dei raggi sfavillanti, suonando una tromba a cui è appesa una bandiera con la croce di San Giorgio. Alcuni studiosi identificano l’ Angelo dell’arcano XX , con l’ Arcangelo Michele, messaggero, giudice e guida di anime. Personalmente io trovo sia più attinente il collegamento con la figura di San Giorgio, appunto, santo martire vissuto nel 300 a.C.circa, soldato e guardia del corpo dell’Imperatore Diocleziano: la croce che porta il suo nome, divenne lo stemma dei Crociati e delle loro “guerre sante”.

La simbologia di questa carta, è collegata a quella del giudizio universale e, in parte, ne determina l’interpretazione, non tanto per il giudizio in sè, quanto per il concetto del risveglio e della resurrezione. L’angelo appare all’improvviso sopra i tre personaggi, squarciando la nuvola azzurrina attraverso cui il suo splendore si manifesta: l’intervento divino è imprevedibile e misterioso.

Il simbolismo del Giudizio riguarda la presa di coscienza di sè, l’uscita dal sepolcro dell’ignoranza per mezzo di un Angelo, parola che in greco significa messaggero, colui che avverte, che porta notizie. L’Angelo collega l’alto col basso, così come il dio Mercurio o Ermes era l’intermediario tra dei e uomini, annuncia la congiunzione tra macrocosmo e microcosmo che, richiesta dalla preghiera dei due personaggi accanto alla tomba, si compirà nella carta seguente, il Mondo. Il ventesimo arcano sottolinea una nuova vita, vista proprio come nascita, ma anche come rinascita. Giudicando se stessi, si può imparare dai propri errori, lasciare alle spalle il passato e gettare le basi per una nuova esistenza ricca di significato. Bisogna rispondere alla chiamata, seguire la propria vocazione, risorgere dagli errori della vita passata, per un’altra nuova e migliore. L’iconografia di questa carta ci rammenta la tromba del Giudizio Finale e quelle degli angeli dell’Apocalisse, il cui suono annuncia l’apertura dei sette sigilli e la rivelazione di tutti i misteri, oltre alle inespugnabili mura di Gerico che furono abbattute dal suono delle trombe stesse.

Lettura : Il Giudizio invita a fare un vero e proprio bilancio della vita, decidendo cosa può essere cambiato e deve essere cambiato, e cosa no. La carta sta ad indicare che è arrivato il mometo di uscire dal fango dell’ignoranza di se stessi, per realizzare i propri ideali senza compromessi, facendo venir fuori, e quindi risorgere, la nostra natura spirituale. L’ideale proposto da questo arcano, è questo: divinizzarsi accostandosi, per quanto lo permette la natura umana, alla perfezione Divina.

Come carta iniziale, il Giudizio, generalmente, è una carta positiva : indica che un fatto appena accaduto sarà un’ utile premessa per lo sviluppo delle proprie azioni.

Come carta di transizione tra passato e futuro, in genere è foriera di buone notizie, indica la ripresa o l’arrivo di nuove energie che serviranno per operare un cambiamento.

Il Giudizio, come ostacolo, è una carta negativa : bisogna cambiare radicalmente i propri progetti, se si vuole arrivare al traguardo desiderato.

Quando il Giudizio indica il risultato, deve essere attentamente valutato in relazione alle carte che sono già uscite: se sono carte sostanzialmente positive, il risultato non può essere che buono. Se invece le carte sono contraddittorie o negative, significa che la strada intrapresa deve essere cambiata, perchè sono intervenuti dei problemi e delle difficoltà e bisogna trovare una soluzione diversa.

Quando indica una persona, il Giudizio può rappresentare una persona stimolante,  eccentrica, libera da pregiudizi. In campo sentimentale, siamo di fronte ad un nuovo amore, oppure ad una svolta decisiva nel rapporto. Professionalmente, indica una svolta nel lavoro, lo sblocco positivo di energie investite in un affare o nello studio.

Quando il Giudizio appare capovolto, la risposta alla domanda formulata dal consultante è negativa.
La carta capovolta ribalta tutti i significati positivi che possedeva da dritta : situazioni ormai ritenute concluse, vanno rimesse in discussione; bisogna assumersi le proprie responsabilità; ci sta ostinando su vecchie posizioni sbagliate. Arrivano brutte notizie e periodi di profonda crisi, sia dal punto di vista affettivo, che da quello professionale.

Servizio di Cartomanzia vietato ai minori di 18 anni – no erotico- offerto da I Cartomanti d’Italia – MN

Powered by CNS Comunicazione – P.I. 02029370422

metti un MI PIACE