leggiamo le carte da generazioni...

I Tarocchi Marsigliesi – La Papessa

#CARTOMANZIACHIAMA LE NOSTRE ESPERTE 899 48 45 40

oppure con carta di credito chiama,

075.630.85.06 o 02.94.44.75.15

II – Secondo arcano maggiore – La Papessa (La Papesse)

Severa, misteriosa, ieratica, seduta su un trono dietro il quale ci sono dei drappeggi che simboleggiano la clausura del tempio, ecco la Papessa, incoronata da una tiara papale, che rappresenta il potere sui tre regni : spirituale, animistico e materiale.  Il mantello che avvolge la Papessa è di colore azzurro, ossia il colore della spiritualità, delle forze celesti; mentre nella veste che indossa prevale il colore rosso, ossia il colore dell’energia vitale,

Mentre Il Bagatto rappresenta la coscienza maschile, la Papessa rappresenta quella femminile: la coscienza del Bagatto rappresenta il principio maschile Yang, è solare, diretta e irradiante; la seconda femminile rappresenta il principio Yin, è lunare, magnetica, riflessa.

In talune raffigurazioni  le colonne poste ai lati del trono hanno colori opposti (nero e bianco) con incise le lettere “B” (la nera) e “J” (la bianca), secondo la simbologia massonica. Il copricapo talvolta ha di forma  triangolare, che rievoca le tre fasi lunari (crescente, plenilunio e ultimo quarto).

La Papessa  simboleggia la grande Sacerdotessa, la Maga, la Dea che rimane sulla soglia del tempio. Può rimandare a Iside, la dea egiziana del disco lunare, che riuscì a riportare alla luce Osiride, il dio solare suo sposo che era chiuso nel mondo sotterraneo, presso le divinità della morte. Simboleggia anche Selene, la luna, il cui aspetto oscuro è rappresentato da Ecate, terribile dea dei morti invocata dalle streghe nelle cerimonie magiche. La Luna, infatti, ha due volti, uno oscuro e terrificante e uno luminoso e benefico: come la Natura a volte è la Madre, altre è la divoratrice delle proprie creature. La Papessa richiama alla mente anche una qualsiasi Madonna Nera , figura ricorrente dell’iconografia cristiana.

L’idea che la Papessa esprime, oltre a quella della conoscenza in evoluzione, è anche quella della conoscenza sacerdotale, segreta, iniziatica. E’ una sacerdotessa, una guardiana del tempio. La Papessa rappresenta la notte primordiale fecondata dal Fiat emanato dal Centro, l’oscurità che si apre alla luce e l’accoglie nel suo grembo, diventando essa stessa materia della creazione.  Al contrario del Bagatto, è seduta come a simboleggiare la sua  ieratica passività. La Conoscenza viene rappresentata dal libro che la Papessa tiene sulle ginocchia.  Si potrebbe anche pensare, visto che la donna non sta leggendo, che il libro non rappresenti altro che se stessa, in attesa che qualcuno venga a interrogarla e decifrarla .

Lettura: quando la carta della Papessa si presenta diritta,  è  estremamente positiva, in quanto rappresenta la porta da superare per arrivare alla Verità. Tuttavia il successo assicurato dalla carta non riguarda tanto il piano materiale dell’esistenza, quanto piuttosto la crescita interiore e le questioni dello spirito.

Come carta iniziale, la Papessa suggerisce la pazienza, invita a riflettere sulle cose,  infatti è associata all’intuito, ma anche all’analisi del profondo, alla conoscenza di noi stessi e degli altri. Essa rimanda anche alla conoscenza di cose ignote e a segreti svelati.

Quando nello schema la carta indica le condizioni necessarie, esprime la necessità di usare il proprio intuito e l’obbligo di agire in prima persona, senza tener conto degli altri.

Come ostacolo, indica impreparazione, indecisione, incapacità di farcela senza un aiuto esterno.

Quando si tratta di questioni spirituali o riguardanti lo studio,  questa carta ha quasi sempre un valore positivo, mentre se si trattano questioni pratiche, assume un significato negativo: bisogna ponderare bene le scelte e attendere il momento opportuno per agire, il successo nell’ambito lavorativo lo si otterrà con la dedizione e la costanza.

Come indicatrice di persone, la Papessa indica una persona lontana, a volte addirittura scomparsa, la cui presenza è ancora avvertibile nella memoria o come legame affettivo.

La carta capovolta è una carta molto forte :  ci possono essere contrattempi non dipendenti dal soggetto; ci si inganna su qualcosa, si intraprendono strade sbagliate. Prevale la superficialità nelle cose o la freddezza e l’insensibilità. Può indicare maldicenze, leggerezza nel tenere i segreti,  relazioni clandestine, tradimenti. Dal punto di vista sentimentale si sta attraversando un periodo di crisi per mancanza di comunicazione,  prevale la chiusura e la freddezza nei rapporti. La Papessa che si presenta capovolta,  può indicare anche una donna nemica che vuole ingannarci, una collega invidiosa, un rapporto conflittuale con la madre.

Servizio di Cartomanzia vietato ai minori di 18 anni – no erotico- offerto da I Cartomanti d’Italia – MN

Powered by CNS Comunicazione – P.I. 02029370422

metti un MI PIACE