leggiamo le carte da generazioni...

Geomanzia

La Geomanzia può essere definita come l’arte di divinare usando la terra: il termine deriva  dalle due parole greche “gè”, che significa “terra”, e “manteia” che significa “profezia”. Chiamata anche la scienza delle sabbie, la Geomanzia” sembra essere all’origine di tutte le arti divinatorie.

Questa disciplina si fa risalire all’antica Persia, ma se ne trovano tracce anche in Europa e in India. Gli Arabi furono grandi maestri nell’arte della geomanzia. E’ inevitabile la relazione esistente tra questa mantica tipicamente orientale e i trigrammi o gli esagrammi dei Ching cinesi, che pur non avendo le stesse origini storico-geografiche, hanno strutture pratiche e concettuali  molto simili.

Nell’antichità questa mantica prevedeva l’uso di sabbia o terra, che  lanciata al suolo, andava a formare dei segni che venivano poi interpretati. La sacralità attribuita ad un segno impresso nella terra, o sabbia che sia, forse trova il suo motivo di essere nella prima impronta lasciata dall’uomo primitivo sul suolo: se ne può immaginare la curiosità e lo stupore, soprattutto nel momento che quell’impronta viene collegata al suo piede, alla sua persona. E’ come la sua prima firma, la sua prima identità. Forse lo stesso uomo, con lo stesso intelligente ma ingenuo stupore, scrutando il cielo e le stelle, individuò dei disegni, delle figure che chiamò costellazioni e a cui diede il nome di animali selvaggi e mitici, compagni del suo universo reale e magico insieme. Il nostro antenato probabilmente collegò la sua impronta lasciata sulla terra, con i segni trovati nel cielo e attribuiti a delle divinità. Cercò di riprodurre sulla sabbia con le sue dita, le costellazioni, i segni di origine divina, imparando così a riprodurre e interpretare il linguaggio degli dei, le loro volontà e le loro aspettative.

Fu Aleister Crowley, (1875 – 1947) artista ed esoterista britannico, a cambiare  i termini e gli strumenti relativi a questa mantica: i geomanti iniziano ad usare carta e matita, dove, secondo la nuova tesi, il nero della grafite rappresenta il mezzo per comunicare con le “intelligenze divinatorie”. Secondo la maggioranza degli studiosi della materia, l’80 % delle divinazioni geomantiche ha successo, a patto che si pratichi la vera Geomanzia, dopo averla studiata e praticata correttamente secondo i “sacri canoni” con serietà e impegno, come del resto tutte le scienze divinatorie.

Si comincia formulando una domanda e quindi, a occhi chiusi, si picchietta con la punta di una matita su un foglio, tracciandovi istintivamente dei piccoli cerchi, in sedici file. Fatto ciò, i segni vengono uniti a coppie, fino ad ottenere o una coppia intera, o un segno spaiato.

Si ripete questa operazione per le sedici file, e i segni finali, doppi o unici, vengono raggruppati a quattro a quattro, in modo da ottenere quattro figure di quattro segni l’una, incolonnati. Le prime quattro figure sono dette “le madri”. Ricomponendo i segni delle quattro madri linea per linea partendo dall’alto, si ricavano altre quattro figure (le figlie). Poi, sommando i segni delle prime due e seconde due madri e delle prime due e seconde due figlie, si ricavano altre quattro figure (le nipoti). Da queste, sempre sommando i segni, singoli o doppi, si ricavano i “due testimoni” (del passato e del futuro), dalla cui somma si ottiene la sintesi (il cosiddetto giudice).

Le 16 figure geomantiche vengono disposte in uno schema in analogia con le case astrologiche, permettendo così di formulare la risposta ad ogni tipo di domanda

Le figure possibili sono sedici, alcune con significati positivi, altre di auspicio meno: popolus, via, caput draconis, puella, puer, cauda draconis, fortuna maior, carcer, fortuna minor, conjunctio, tristitia, laetitia, albus, rubeus, acquisitio, amissio.

 Acquisitio: Acquisizione di beni materiali o spirituali, oppure nuove situazioni favorevoli di ogni tipo. Il Responso dell’oracolo è positivo.

Albus: Una persona dai capelli bianchi vi aiuterà, un anziano, un individuo biondo o di pelle chiara. Il responso è positivo. Questa figura geomantica indica chiarezza, acume e praticità.

Amissio: perdite materiali. Periodo difficile nel lavoro, ma anche in amore. Ci si trova al centro di inganni o truffe. Possibile separazione, tradimenti e rottura imminente.

Caput Draconis: la Testa del Drago rappresenta l’energia maschile positiva, lo Yang. Significa fortuna ma anche situazioni che richiedono forza e determinazione. Responso positivo.

Carcer: Solitudine e ostacoli, pene d’amore e occasioni mancate. Periodo travagliato che deve portare ad una maturazione. Accettate la situazione affrontando il momento con serietà.

Cauda Draconis: la Coda del Drago si collega allo yin. E’ meglio evitare qualsiasi azione diretta. Muovetevi con prudenza, cercate di rimandare. E’ meglio ascoltare che agire.

Conjunctio: responso particolarmente positivo in campo sentimentale. Nel lavoro favorite le collaborazioni.

Fortuna Major: ottimi risultati su tutti i fronti. Felicità e denaro in arrivo.

Fortuna Minor: responso negativo. Periodo deludente rispetto alle aspettative, ma non del tutto negativo. Evitate di creare attriti nel lavoro o con la persona amata.

Laetitia: periodo di allegria e fortuna in generale. Responso positivo anche per la salute o per chi spera nella guarigione.

Populus: responso ambiguo, può essere positivo o negativo a seconda delle circostanze. Figura che indica l’energia collettiva. Il consultante non inizi progetti individuali, ma si collochi in un gruppo.

Puella: esprime il concetto di femminilità in tutte le sue sfaccettature. Esito negativo se la consultante è una donna, perché indica la probabile presenza di una rivale. Esito positivo se il consultante è uomo, una nuova storia d’amore o un aiuto da parte di una donna.

Puer: determina il concetto di mascolinità. Esito positivo se il consultante è donna, nuova storia d’amore o aiuto da parte di un uomo. Esito negativo se il consultante è uomo, presenza di un uomo che crea problemi a vari livelli.

Rubeus: presenza di una persona che crea problemi per un eccesso di potere che facilmente conduce alla distruzione. Tenete a freno l’impulsività, agite con saggezza.

Tristitia: momento di tristezza, sfortuna e avvilimento in genere. Momento sfavorevole per trovare un partner, periodo rischioso per guastare una relazione.

Via: responso ambiguo, siete in una strada già tracciata troppo rischioso cambiare il percorso. Accettate la situazione in tutti i suoi aspetti, prima o poi riuscirete a superare i problemi attuali.

Servizio di Cartomanzia vietato ai minori di 18 anni – no erotico- offerto da I Cartomanti d’Italia – MN

Powered by CNS Comunicazione – P.I. 02029370422