leggiamo le carte da generazioni...

Gli Elementali

L’essere umano è composto dai quattro elementi fondamentali costitutivi dell’Universo (in termini energetici e spirituali) che sono aria, acqua, terra, e fuoco. Esistono però degli esseri che potremmo definire semi-intelligenti e che sono costituiti di uno solo degli elementi fondamentali: i cosiddetti Esseri Elementali. Il primo a studiarli fu Paracelso: sono creature leggendarie, esseri  fatti della sostanza specifica di ogni particolare elemento. Hanno un corpo astrale permanente ed un veicolo eterico che materializzano a loro piacimento, ed è attraverso questo veicolo che possono essere visti. Vengono definiti “costruttori della forma”: la loro forma dipende infatti dall’influenza dell’archetipo e della funzione a cui sono soggetti, ma anche dall’influenza delle forme – pensiero umane. Gli elementali vivono le loro attività con allegria, gioia e piacevolezza, giocando spesso  degli scherzi: questi spiritelli di Natura si divertono ad imitare gli esseri umani persino nell’abbigliamento o negli atti quotidiani. Gli Elementali sono creature semi-materiali: ognuno di loro nel tempo ha acquisito delle caratteristiche e livelli di esperienza diversi dagli altri. Qualcuno crede che gli Elementali siano creature solitarie che vivono singolarmente, mentre invece esiste una gerarchia, un vero e proprio Regno Elementale, dove tutti gli Elementali di un elemento si riuniscono sotto un unico capo: il Gran Maestro Elementale, che ha l’assoluto dominio su tutti i suoi simili. Gli Elementali sono creature completamente inoffensive,  reagiscono solo se vengono attaccati loro stessi, o il loro piano astrale, in questo caso si materializzano completamente e combattono come fossero comuni creature.

GLI SPIRITI ELEMENTALI DELL’ELEMENTO FUOCO:LE SALAMANDRE

Le Salamandre (da non confondersi con gli animali omonimi, anche se ad essi associate simbolicamente) sono gli elementali del fuoco e sono le più forti e potenti fra tutti gli esseri elementali. Si mostrano molto raramente agli esseri umani. Sono descritte come creature agili e snelle, non hanno una forma fissa, c’è chi le descrive come lingue di fuoco o come sfere luminose.  Particolarmente difficili da visualizzare, possono anche variare le loro dimensioni se necessario,. e possono incarnare energie particolarmente distruttive. Vivono nei pressi di vulcani attivi o in zone desertiche e, se invocate, trasmettono forza, coraggio e spingono all’azione. Si dice che il loro sovrano sia uno sfavillante essere chiamato Djin, il cui aspetto incute rispetto e soggezione.
Secondo la tradizione popolare, tra gli elementali collegati al fuoco ci sono anche le Fiammelle, fate del fuoco, generalmente visualizzate come piccole luci svolazzanti attorno al fuoco. Per evocare queste creature l’ora migliore è quella del mezzogiorno ed è preferibile farlo muniti di acqua benedetta.

GLI SPIRITI ELEMENTALI DELL’ELEMENTO ARIA: LE SILFIDI (o i Silfi)  E LE VILLI

Spiriti dell’aria, creature evanescenti, le Silfidi vivono nel vento e nelle brezze. Agli occhi del chiaroveggente appaiono alate, ma in effetti sono le forme fluenti dell’aura a dare questa impressione. Nelle Silfidi predominano generalmente tonalità di rosa ed azzurro, una radiosa luce multicolore circonda la loro testa. Sono creature timide, ma non disdegnano il contatto con gli esseri umani. La loro forma è generalmente molto aggraziata e simile a quella umana,
possono vivere anche mille anni mantenendo sempre un aspetto fresco e giovane. Aiutano gli uomini a sviluppare la creatività, ma spesso sono ingannevoli. Si dice amino abitare  sulle cime delle montagne e che la loro guida sia un essere chiamato Paralda che risiede sulla più alta montagna della Terra. Quando le si vuole evocare, è preferibile farlo al mattino presto e rivolti ad est, recandosi in luoghi notoriamente ventosi come le pianure o le alte montagne, portando con sé un sasso.

I silfi dei temporali sono invece esseri scuri e minacciosi, che suscitano paura e che ricordano dei grandi pipistrelli
Le Villi sono spiriti della notte che vagano attorno ai cimiteri o ai crocevia. Hanno dei lunghi abiti bianchi e vaporosi e fanno impazzire gli uomini che incontrano, condannandoli a danzare fino a fargli scoppiare il cuore.

GLI SPIRITI ELEMENTALI DELL’ELEMENTO ACQUA: LE ONDINE O NINFEE

Dette anche Nereidi o Naiadi, sono gli esseri elementali che compongono l’acqua: vivono infatti in fiumi, laghi, sorgenti, negli stagni e nelle cascate. Solitamente prive di ali, hanno una forma decisamente femminile e possono assumere l’aspetto della spuma che cavalca le onde o quello di luci luminosissime nei toni del blu o verde. A volte assumono anche le sembianze umane e sono raffigurate come creature per metà donne e per metà pesce, come le mitiche sirene.
Sono giovani fanciulle diafane, con ghirlande di fiori nei capelli e possono controllare, in grande misura, il corso e la funzione dell’elemento acqua. Amano danzare, cantare e nuotare, sempre vicine al loro elemento naturale. Molte nereidi prediligono le cascate come loro dimora, e passano anche lunghi periodi di ritiro nella calma e fresca profondità degli specchi d’acqua. Quando invece si materializzano all’esterno, presentano un’energia spigliata e frizzante, ricca di vita. Sono esseri emotivi capaci di vivere emozioni estatiche molto forti, che si manifestano nei colori e nella luminosità del loro campo aurico. Il loro canto misterioso ha un’intonazione vocalica molto lunga e un po’ lamentosa, al cui fascino pochi uomini riescono a resistere, ma una volta attirati i malcapitati vicino al mare, queste creature li attirano a sè affogandoli. Il momento migliore per vederle è quello dell’alba e del crepuscolo e per proteggersi da esse basta portare con sè un rametto di salice.

GLI SPIRITI ELEMENTALI DELL’ELEMENTO TERRA: GLI GNOMI E LE DRIADI

Fu Paracelso a chiamare “gnomi” tutti gli elementali della terra, forse derivando il termine da “genomus” cioè abitante della terra. Queste piccole creature hanno delle caratteristiche differenti a quelle degli Elfi. Mentre questi ultimi, benché di piccola statura, hanno l’aspetto slanciato, gli GNOMI sono molto più piccoli e tozzi e hanno occhi lucenti e gentili. Sono in grado di muoversi liberamente nell’ elemento terra, hanno la conoscenza di tutti i segreti delle piante e dei minerali, e  sanno preservare la ricchezza dell’ambiente ed i suoi tesori. Sono profondi conoscitori della divinazione, dei minerali, del regno sotterraneo e delle virtù delle erbe. Vivono nei boschi e nelle grotte e, se lo vogliono, aiutano gli uomini a trovare tesori nascosti, a scoprire miniere di materiali preziosi, a coltivare con amore e successo la terra. Se invocati, ci aiutano a trasformare i progetti in realtà. Ci sono vari gruppi in quello che viene definito il “Piccolo Popolo”, ne esistono razze buone e gentili, ed altre pestifere e dispettose, come anche la tradizione popolare ci ha trasmesso in moltissime leggende sui folletti.
Le Driadi, spiriti degli alberi, sono fanciulle di grande bellezza che indossano abiti verdi o marroni  simili al colore del fogliame e del tronco degli alberi, sui quali trascorrono una vita riservata, prediligendo di solito noci o querce. La vita di queste creature è legata all’albero di cui sono custodi e se l’albero muore o viene tagliato, anch’esse seguono la sua sorte. Hanno il potere di evocare e dare miraggi quando si è raggiunta l’esperienza necessaria.

Altri nomi e sottogruppi degli elementali della terra sono i Cluricauni (folletti irlandesi), i Pixie (folletti verdi della Cornovaglia), gli Elfi, i Silvestri, i Satiri, Durdali, Lemuri, Silvani, Vulcani,  Etnei,  Montani, Nani,Trolls e altri ancora.

Servizio di Cartomanzia vietato ai minori di 18 anni – no erotico- offerto da I Cartomanti d’Italia – MN

Powered by CNS Comunicazione – P.I. 02029370422