leggiamo le carte da generazioni...

Alcuni Filtri d’Amore

Creare un filtro d’amore non è un’operazione semplice, comporta un procedimento complesso che presuppone la conoscenza di aspetti della natura sconosciuti a molti, oltre che la padronanza di  antiche formule che la tradizione magica ha lasciato nei secoli. Molti si improvvisano maghi esperti di filtri magici, garantendo la riuscita totale dei loro filtri d’amore: questa millantata sicurezza è già una prova di malafede, in quanto sono procedimenti delicati e legati a molte variabili di diverso genere. Come sempre ho pensato e sostenuto, la magia aiuta, predispone, ma non risolve subito e improvvisamente le situazioni. Queste miscele naturali non garantiscono una riuscita certa e spesso i procedimenti devono essere ripetuti e modulati in base alle caratteristiche dei richiedenti e dei destinatari. Conoscere a fondo le “ricette” dei filtri d’amore significa avere un bagaglio culturale magico profondo, in continuo aggiornamento e capace di adattare i composti della pozione ai risultati desiderati. Ci sono comunque dei procedimenti semplici e alla portata di tutti, che ognuno può provare a fare, aprendo l’animo alle grandi opportunità della Natura e utilizzandole con serenità e spirito leggero.

Prima di descrivere gli ingredienti e le modalità di utilizzo delle piante e dei fiori per creare filtri d’amore, è necessario chiarire  due presupposti fondamentali: le pozioni magiche di cui parlerò appartengono alla magia bianca, una magia positiva, leggera e frizzante. Non ci  interessiamo di magia nera e le informazioni che vi darò devono essere usate in modo benevolo e ironico, senza alcuna pretesa né obbiettivo di modificare e condizionare l’altrui volontà.

E’ necessario togliere i veli di mistero e oscurità che circondano questa scienza dell’occulto. Praticare la magia bianca non è  incredibile se si conoscono i presupposti e si ha sufficiente sensitività. Facendo questa puntualizzazione, desidero prendere le distanze da deformazioni mentali che vanno dallo spiritismo visionario e medianico, alle pratiche di magia nera e al satanismo o cose simili. Qui si parla solo di magia bianca e magia verde,  pozioni positive e finalizzate ad armonizzare il nostro pensiero all’amore e al bene.

Altra cosa da puntualizzare è che i filtri d’amore di cui parliamo sono fatti usando solo erbe e fiori non pericolosi per la salute e che non hanno controindicazioni di alcun genere. Sono filtri da portare con voi e con cui bagnare la persona del vostro cuore, o i suoi vestiti, anche solo con poche gocce. Le pozioni devono solo entrare in contatto con la sua sfera fisica: NON DOVETE BERE, NE’ FAR  BERE NULLA !

-Filtro D’amore della Regina Ginevra
Questo filtro va preparato sette giorni prima dell’incantesimo, la sua consacrazione va fatta in una notte di luna piena o luna crescente.
Cosa serve:
1 noce triturata
1 cucchiaino di polvere di cannella
2 foglie di alloro
5 petali di rosa rossa
1 cucchiaino di marmellata di mirtilli o ribes
2 bicchieri di acqua piovana
1/4 di litro di vino bianco dolce

Dopo il tramonto, ma prima della mezzanotte, mettete in un mortaio tutti gli ingredienti, tranne l’acqua e il vino, amalgamando bene il tutto. Fate bollire in un pentolino l’acqua piovana e, subito dopo, versatela sull’impasto. Lasciate posare per 3 ore esatte, passate le quali, fate filtrare il tutto attraverso un panno bianco pulito. Riempite un calice con quattro parti di vino e una parte del liquido filtrato, e fate amalgamare. Lasciare il calice sotto la luce della luna per tutta la notte.
Preparate un altare ornato da moltissimi fiori e candele, ricordando di porre la candela maestra sul punto più alto dell’altare, le altre 2 candele ai vertici laterali.
Mettete il calice in mezzo all’altare, accendete la candela maestra, e concentratevi per qualche secondo sulla sua fiamma, facendo respiri profondi.
Accendete la candela rossa, simbolo di passione, concentrandovi sulla forza del vostro amore per la persona che amate.
Accendete la candela verde, simbolo di speranza, pensando alla felicità che arriverà. 

Prendete il calice ed invocate le divinità dell’amore.
Spegnete la candela maestra, e lasciare accese le altre due candele.
A questo punto il filtro è pronto e non dovete fare altro che metterlo vicino alla persona amata oppure bagnare i suoi abiti, facendo capitare tale operazione in una notte di luna crescente, quanto più possibile prossima al plenilunio.

-Filtro della Dea dell’Amore

Cosa serve:

5 petali di rosa;
3 petali di tulipano;
2 gocce di profumo
20 “bocche di leone” (fiore);
1 cucchiaio di miele;
1 cucchiaio di zucchero.
Mettete tutti gli ingredienti in un vaso di vetro e lasciatelo sotto i raggi della luna per una notte.
Il giorno dopo mettete una goccia del filtro d’amore sul cuscino dove dorme la persona che volete far innamorare, facendo attenzione di attuare questo rito i giorni pari del mese.

-Filtro dell’amore irresistibile

Cosa serve:

100 gr di cacao amaro in polvere
1/2 l di latte
2 bacche di vaniglia
2 cucchiai di miele
45 gr di zucchero di canna
mezzo cucchiaino di pepe di Cayenna
un pizzichino di sale
300 ml di rhum

Scegliete ingredienti di prima qualità e durante la preparazione, predisponete il vostro animo all’allegria,  pensando intensamente alla persona che desiderate vi ami. A fuoco molto delicato, scaldate  il latte con le bacche di vaniglia per una decina di minuti. Spegnete il fuoco, togliete le bacche di vaniglia e spremetele delicatamente per farne ricadere l’essenza nel latte. In una ciotola a parte, sciogliete il cacao con un po’ d’acqua, unendo successivamente il latte scaldato, il miele, lo zucchero, il pepe e il rhum. Sottovoce recitate ” Per te, mia/o amata/o, che il tuo cuore possa nutrirsi della gioia del mio amore” e scaldate ancora il tutto fino a un attimo prima dell’ebollizione. Questa pozione si può tranquillamente dare da bere alla persona che vi interessa, contenendo ingredienti assolutamente innocui e naturali.
-Filtro ai chiodi di Garofano.

Procuratevi dell’acqua di sorgente e mettetela in una coppa di cristallo. Prendete 7 chiodi di garofano, tritateli finemente e concentratevi  sulla persona amata, pronunciando il suo nome a voce alta per 21 volte.  Ponete i chiodi ridotti in polvere nella coppa, dicendo per sette volte”Caldo amore, caldo seme, noi vivremo sempre insieme“. Mescolate in senso orario per 21 volte e ripetete per altre 21 volte il nome della persona amata. Fate riposare la bevanda per almeno 12 ore in un posto luminoso, poi filtrate il liquido attraverso una garza pulita e spruzzate con esso gli indumenti intimi o il letto della persona del vostro cuore.

– Incantesimo del Trifoglio

E’ assai raro vedere un trifoglio con 4 petali e se avrete la fortuna di trovarlo, coglietelo e ponetelo su una pietra benedetta in precedenza. Pensate intensamente alla persona amata per almeno 10 minuti visualizzandola. Mettete poi il trifoglio all’interno di un mazzolino di fiori che darete da odorare alla persona da cui vorrete essere amati, dicendo mentalmente: “Gabriel illa sunt”. Facendo in modo che il vostro ginocchio destro sfiori quello della persona amata e fissandola negli occhi, sussurrate  questa invocazione: ” Trifoglio a quattro foglie, pianta divina e misteriosa che simboleggi la felicità, la grazia e l’amore, io t’invoco umilmente e confido che eserciterai a mio favore i meravigliosi doni che ricevesti dalla divinità e che tanto potere esercitarono nel culto sacro dei misteri orfici. Se la suprema divinità, l’incomparabile Ada Nari, la Iside Indica, ti dotò di tante rare virtù, io spero essere amato da…(dite il nome della persona) e godere di quella felicità che tu concedi ai tuoi favoriti”.
Regalate il quadrifoglio alla persona  amata ed entro tre lune, vi amerà con passione.

-Filtro d’Amore con le Campanule

Procuratevi tre fiori di campanella, pianta dai bellissimi fiori azzurri che in botanica viene chiamata  “Campanula rotundifolia” ed è simbolo di speranza e di costanza. In una notte di luna piena leghiamo questi fiori con un cordoncino di lana rossa, il colore  della passionalità. Mentre operiamo la legatura, che rappresenta appunto la relazione, facciamo bollire un po’ di acqua in un bricco. Immergiamo le campanule nell’acqua a testa in giù, stando bene attenti a non far bagnare anche il cordoncino e pensiamo intensamente alla persona che ci interessa. Dopo trenta secondi, togliamo le campanule dall’acqua, a cui  aggiungeremo un pizzico di timo tritato, una goccia di olio di girasole (simbolo del successo, della riuscita) e tre gocce di latte (simbolo di fecondità). A questo punto sotterriamo le tre campanule insieme al loro cordoncino e innaffiamole con il filtro d’amore preparato.  Secondo l’antica ricetta medioevale, la persona che abbiamo deciso di conquistare, dopo trenta giorni ci dichiarerà il suo amore.

Esistono migliaia di filtri e pozioni magiche, alcuni usati già in tempi antichissimi e presso molte  culture in tutto il mondo. Vorrei solo brevemente ricordare quello che veniva spesso citato  come il filtro d’amore più potente che sia mai esistito, un filtro che non dava scampo, in quanto considerato invincibile. Questo filtro d’amore famoso e conosciuto da tutti,  ha un solo ed unico componente: il sangue mestruale, elemento dotato di una potentissima energia e ritenuto in grado di produrre effetti davvero sorprendenti. Essendo così particolare  e delicato l’argomento, non vorrei dilungarmi sulla descrizione e le modalità di somministrazione di tale filtro, ma ricordarlo è doveroso, in quanto legato a un contesto magico molto ricco e antico.

Servizio di Cartomanzia vietato ai minori di 18 anni – no erotico- offerto da I Cartomanti d’Italia – MN

Powered by CNS Comunicazione – P.I. 02029370422